Ferrara Buskers Festival

ferrara-buskers-festival

Nel 1986 in una fucina delle pianure Ferraresi un fabbro, Stefano Bottoni, maestro nell’antica arte di battere il ferro, aveva una grande passione: la musica e un ambizioso progetto in mente; un festival dedicato ai musicisti di strada. Quando nel Novembre dello stesso anno entrò nella sua bottega il grande maestro Lucio Dalla (entrato per sperimentare i suoni prodotti dai colpi di martello sull’incudine) il fabbro gli espose la sua idea e il maestro non solo la appoggiò ma lo incoraggiò a portare avanti il suo progetto.

Fu così che nacque il Ferrara Busker Festival. Come ogni anno si tiene l’ ultima settimana di Agosto più precisamente dal 21 al 31 e quest’anno festeggia la 27 edizione. Col passare del tempo ha acquisito sempre più popolarità e seguito tantè che oggi possiamo affermare senza esitazione che è la più grande manifestazione mondiale dedicata agli artisti di strada. Nel corso degli anni l’impostazione del festival ha subito numerosi cambiamenti e svariate ampliazioni, io per motivi di spazio citerò le principali. Ogni anno vengono chiamati alcuni artisti (circa una ventina) ad esibirsi per le principali vie della città o di fronte ai monumenti più importanti. Oltre a questi “artisti principali” ci sono altri artisti “accreditati” che volontariamente si uniscono al festival ma, al contrario dei principali che seguono una scaletta per orari e luoghi, quest’ultimi non si esibiscono tutti i giorni e si alternano con i loro spettacoli durante il corso della settimana con location sempre diverse.ferrara-busker-festival-pianoferrara-busker-festival-flickrflickr:ferrara busker festival official

Ogni anno il festival fà esibire per le strade di Ferrara qualcosa come mille o più artisti di strada (o come piace chiamarli a noi Busker) ma non solo musicisti; si possono ammirare spettacoli di giocolieri,clown,statue viventi,circensi e mangiafuoco. Gli obbiettivi sono principalmente due: valorizzare l’immagine dei Buskers e far conoscere al pubblico le bellezze di Ferrara. Nelle ultime edizioni lo spirito nomade dei Buskers ha contagiato il festival, che si muove in una specie di tour. Le tappe di quest’anno sono:21 Agosto L’Aquila, 22 Comacchio, 23e24 Ferrara, 25 Lugo per concludersi nella madrepatria Ferrara dal 26 al 31. Se vi venisse fame potrete rifocillarvi in uno dei 9 Buskerbar sparsi per il centro storico o su uno dei 2 RistoBusker fissi, per i più esigenti c’e anche un BuskerVeg Restaurant (punto di ristorazione vegano). Per concludere tutti a far festa fino al mattino al Ferrara Music Park (ex Buskergarden) aperto al pubblico dal 7 Agosto fino alla fine del festival. Ci sono inoltre iniziative come: il giardino degli artisti artigiani (mercato prodotti artigianali all’aperto),la storica pesca di beneficenza (che mi ha vestito negli anni),la mostra fotografica,i cicli di incontri con gli artisti,serate di ballo,corsi per bambini,il grande cappello,la buskercard e molto altro. Per saperne di più alla fine dell’articolo troverete il link al loro sito.

Una cosa però ci tenevo a sottolinearla, nel 2011 viene creato il progetto “Eco Festival” che ha come obbiettivo ridurre gli sprechi nell’organizzazione dell’ evento e rendere il festival più sostenibile per la città e per l’ambiente. Per far ciò gli organizzatori e il gruppo Hera hanno lanciato una serie di proposte veramente interessanti come l’installazione  della “Casa dell’ Acqua”, ecofestival-fbf1una torretta che distribuisce gratuitamente l’acqua refrigerata dell’acquedotto cittadino e l’uso del bicchiere del festival, un bicchiere lavabile in lavastoviglie e riutilizzabile che vi garantirà un 10% di sconto sulle consumazioni effettuate presso i Buskebar,Ristobusker,Ferrara Music Park e gli esercizi che espongono l’adesivo del bicchiere. Se volete tenervelo come ricordo nessun problema sarà un bel souvenir e potrete riusarlo anche l’anno successivo (con i relativi vantaggi) o se non lo volete potrete restituirlo ottenendo il rimborso di 2 euro della cauzione.

 

Anche la digitalizzazione delle procedure organizzative e della promozione ha contribuito parecchio alla riduzione dei rifiuti, a tal proposito ricordatevi di scaricare l’ App del festival che vi aiuterà a muovervi tra gli eventi  sparsi in città.eco_risultati

Vi lascio di seguito il link al loro sito www.ferrarabuskers.com che risponderà esaustivamente a ogni vostra domanda e un video del festival.

Ferrara è pronta alla pacifica invasione dei Buskers e voi?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...